Memento

Parole, opere e omissioni -> Discorsi

Vorrei mi avessero avvertito.
Cyrano è il vero perdente.
Non si sceglie di essere poeti, ne di soffrire, ma è il mondo che sceglie te.
Intreccia le dita con la tua sorte, accarezza le sue mani affusolate durante il ritorno a casa e ti ritrovarai sempre allo stesso punto di partenza. Un circolo vizioso in cui gli attori cambiano, ma le parti da recitare sono sempre le stesse. Il buffone, l'innamorata, il cavaliere stupido, il brutto letterato dal cuore sofferente. Scegli una parte, senza prima poter leggere il copione. Il teatro è vuoto, gli spettatori sono tutti sul palco a protestare per l'ennesima messa in scena del consueto dramma.
Vorrei poter cambiare parte, potermi scrivere un copione tutto mio, ma sono incatenato a questi abiti.
Chiamate quel folle del regista, buttate i costumi di scena nella spazzatura, ditegli che l'attore principale da ora in poi farà Iago. Perchè se gli infami muoiono possono dire di aver rovinato la vita di qualcun'altro e non solo la propria. E' Otello lo sconfitto, il moro di venezia, incapace di strapparsi di dosso la sua pelle.
I cattivi muoiono con il sorriso sulle labbra perchè sanno che i buoni non possono vincere. E niente pacche sulle spalle per il secondo posto.
Datemi una donna e sarò felice, ma eliminate tutte le altre dal teatro.
Fatene salire due sul palco contemporaneamente a avrete come protagonista un folle.
Calate il sipario.