Infoprodotto

Gli infoprodotti sono essenzialmente pubblicazioni (non necessariamente scritte, ma anche video e audio) che spiegano, la maggior parte delle volte come fare o fare meglio qualcosa; sono quindi testi essenzialmente di istruzione/ formazione; Se questo tipo di informazione è (o quantomeno da la sensazione di essere) autorevole e completa le persone sono disposte a pagare. L’How to è infatti un settore in cui si investe facilmente perché offre un ritorno immediato (almeno di conoscenza, se non altro). Il testo deve essere il più possibile specifico e di nicchia; bisogna riuscire a trovare un compromesso tra l’ampiezza del pubblico e la specificità del tema. Chiunque naviga su internet lo fa alla ricerca di informazione. Il primo passo è anzitutto trovare un settore d’interesse; per fare questo si può prendere ispirazione dalle riviste in edicola, meglio se si tratta di settori di nicchia. Immagina questo pubblico e rispondi alle sue esigenze di tutti i tipi. Valore aggiunto dell’infoprodotto: il valore percepito dell’infoprodotto non è nel formato in cui viene distribuito, ma nelle informazioni contenute; l’infoprodotto consente un diverso livello di accesso all’autore del testo, il che è un valore aggiunto alla vendita che si effettua; la vendita può essere effettuata attraverso micro-siti, al limite anche mono-pagina; si possono anche rivendere opere di dominio pubblico, magari offrendo qualcosa in aggiunta all’opera, come dei commenti. Se sono scaduti i diritti d’autore può essere una buona idea tradurre opere di lingua estera; è importante, dopo aver trovato la nicchia d’interesse, identificare possibili partner e concorrenti che sono sul mercato prima di noi e analizzare il loro comportamento e il successo ottenuto. Gli infoprodotti sono essenzialmente pubblicazioni (non necessariamente scritte, ma anche video e audio) che spiegano, la maggior parte delle volte come fare o fare meglio qualcosa; sono quindi testi essenzialmente di istruzione/ formazione; Se questo tipo di informazione è (o quantomeno da la sensazione di essere) autorevole e completa le persone sono disposte a pagare. L’How to è infatti un settore in cui si investe facilmente perché offre un ritorno immediato (almeno di conoscenza, se non altro). Il testo deve essere il più possibile specifico e di nicchia; bisogna riuscire a trovare un compromesso tra l’ampiezza del pubblico e la specificità del tema. Chiunque naviga su internet lo fa alla ricerca di informazione. Il primo passo è anzitutto trovare un settore d’interesse; per fare questo si può prendere ispirazione dalle riviste in edicola, meglio se si tratta di settori di nicchia. Immagina questo pubblico e rispondi alle sue esigenze di tutti i tipi. Valore aggiunto dell’infoprodotto: il valore percepito dell’infoprodotto non è nel formato in cui viene distribuito, ma nelle informazioni contenute; l’infoprodotto consente un diverso livello di accesso all’autore del testo, il che è un valore aggiunto alla vendita che si effettua; la vendita può essere effettuata attraverso micro-siti, al limite anche mono-pagina; si possono anche rivendere opere di dominio pubblico, magari offrendo qualcosa in aggiunta all’opera, come dei commenti. Se sono scaduti i diritti d’autore può essere una buona idea tradurre opere di lingua estera; è importante, dopo aver trovato la nicchia d’interesse, identificare possibili partner e concorrenti che sono sul mercato prima di noi e analizzare il loro comportamento e il successo ottenuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *